Benzinai, revocato lo sciopero previsto per stasera    ||    Ballottaggi, la debacle dei Dem. Martina: "C'è bisogno di leadership nuove". Calenda: "Andiamo oltre il Pd"    ||    Ballottaggi, cadono le roccaforti rosse: Massa, Pisa e Siena al centrodestra, Imola ai 5 Stelle. Vola la Lega. M5S conquista Avellino    ||    Ballottaggi, lo "showman" Cateno De Luca è sindaco di Messina: "Non dormo mai e lavoro sempre. E ora farò il ponte sullo Stretto"    ||    Ballottaggi, Imperia e la soddisfazione di Scajola. "Toti? Non lo nascondo: sono soddisfatto di averlo battuto"    ||    Salvini: "Hotspot per migranti a sud della Libia". Tripoli: "Mai qui da noi"    ||    Migranti, Lifeline: "Chiediamo di sbarcare in Francia"    ||    Bernie Sanders contro Salvini: i demagoghi stanno prendendo orrendo esempio da Trump    ||    Sanchez: "Roma anti-Ue, la Spagna creerà un fronte europeista" video Ong, gli insulti di Lannutti sovranista da tastiera di CONCHITA SANNINO    ||    La cassaforte segreta del Carroccio e i silenzi di Salvini    ||    Germania-Svezia 2-1, Kroos al 95' tiene in vita i campioni in carica    ||    La strategia per battere Ronaldo    ||    Allenarsi con gioia: il ballo travolgente    ||    Mondiali del fascino: i più belli in campo    ||    Possibile profezia dei Simpson    ||    Il tricolore sventola in cucina (e in sala): quanta Italia nei migliori ristoranti del mondo    ||    "Alba Russa": la newsletter di Repubblica per essere aggiornati sui Mondiali 2018    ||    "La democrazia ha molti limiti, per fortuna"    ||    Vaccini a scuola, il governo studia proroga per la scadenza del 10 luglio    ||    Settantaquattro gemelli su 1600 abitanti: nel Torinese il paesino del record ma il motivo è un mistero    ||    Rep Tv La cecità non ferma Moutie: il suo sogno è saltare una scalinata con lo skateboard    ||    Elio e le Storie Tese: 'Cantiamo tutti Canzone Circolare' video    ||    La figlia del muratore si laurea: sorpresa in cantiere al papà    ||    Mentre gli inglesi festeggiano, Panama prova a segnare facile    ||    Higuita e Valderrama ai Mondiali: stessi capelli, stessa amicizia    ||    Chiara Ferragni e Fedez: il tour nella nuova casa      ||    Fa il massaggio cardiaco all'agente: cane diventa star    ||    Cane catturato da pitone: la 'battaglia' per liberarlo    ||    Effetto dazi: Harley-Davidson sposta alcune produzioni fuori dagli Usa    ||    Restare nella stessa azienda per più di 2 anni deprime il proprio stipendio    ||    Governo, un piano di incentivi da un milione di auto. Ma stavolta sono elettriche    ||    Bcc, settore unito: "riforma parta a gennaio 2019"    ||    Sarri al Chelsea, è fatta: annuncio vicino, vivrà dentro il centro sportivo del club    ||    Tennis, classifiche: Nadal si riprende lo scettro e 16° Fognini, Halep salda sul trono    ||    Basket, secondo colpo di Milano: ufficiale Brooks    ||    Milan, per l'acquisto Commisso gioca di anticipo sui Ricketts    ||    Quella voglia matta di zuccheri, i segreti per frenarla    ||    'Daria', il classico di Mtv in un reboot: due amiche alle prese con i tempi moderni    ||    Il colpo in gioielleria va a monte: ladri messi in fuga dalla 'nebbia'    ||    Zsa Zsa non te la prendere: sei il cane più brutto del mondo    ||    Anche il canguro vuole giocare a calcio: l'invasione di campo è tutta da ridere    ||    Niente fuochi d'artificio, la festa coi droni    ||    La passione non ha genere. Marie Curie raccontata dai bambini    ||    Il Mondiale delle Wags: gli amori dei calciatori    ||    Da Bloom a Buffon: i Mondiali dei sosia    ||    "Se vi invita a pranzo CR7, non andate"    ||    Perdono 6-1 ma i tifosi impazziscono    ||    Parigi, i nuovi murales di Banksy per i migranti    ||    Torino, quei ragazzi cresciuti nel "niente"    ||    3. Torino, il manicomio dei bambini:dal buio alla luce, storie di rinascita    ||    ES17 - 5a puntata    ||    'Ritorno al bosco dei 100 acri', Winnie The Pooh nel film Disney    ||    A Locarno omaggio ai Taviani: 'Good Morning Babilonia' restaurato    ||    'Favola', Filippo Timi è donna in una commedia fantastica e coraggiosa    ||    Pazienza, la moglie Marina: "Voleva diventare regista"    ||    Boccia avverte il governo: "Le pensioni non sono una priorità"    ||    Pil 2017, bene Nord e Mezzogiorno ma il Centro arranca    ||    Il record italiano di Neet. Quattro regioni del Mezzogiorno in fondo alla classifica europea    ||    Turchia, il giorno dopo il trionfo di Erdogan. Lo sfidante Ince: "Ora il regime è più vicino"    ||    Salvini: "Sanzioni alla Russia inutili, pronti ad agire"    ||    Trump e il feeling con la sua America: è record di consensi tra i repubblicani    ||    Da Amber Heard a Mira Sorvino, le star al confine col Messico    ||    Maturità, quizzone addio. Stamattina l'ultima prova, dal prossimo anno si cambia    ||    Autobomba Limbadi, fermati i vicini della vittima. La madre: "Solo loro i veri colpevoli"    ||    Napoli, un altro gambiano arrestato per terrorismo. Era pronto per un attentato dopo l'addestramento in Libia    ||    Abbaiavano troppo: bruciati vivi due cani in Valtellina    ||    Rep Tv Blitz al Comune di Misilmeri: badge strisciato, ma metà dei dipendenti non era al lavoro    ||    In cammino nei luoghi del terremoto    ||    Torino, alle donne vittime di violenza domestica un "kit di sopravvivenza" per non tornare più a casa    ||    Napoli, coppia gay respinta da un lido. Monica Cirinnà: "Fatto gravissimo"    ||    Il capo dell'Opac: "Dalla Siria alle minacce dell'Isis, così combattiamo l'uso di armi chimiche nel mondo"    ||    Ucraina: raid neonazista contro un campo Rom, morto un giovane    ||    Grecia, terremoto di magnitudo 5.5    ||    Thailandia, intera squadra di calcio giovanile intrappolata in una grotta    ||    Messico, arrestato l’intero corpo di polizia di Ocampo dopo l'assassinio del candidato sindaco    ||    Pechino dice sì a Internet libero: ma solo nelle "Hawaii cinesi"    ||    Alla Festa di Roma protagonisti Virzì, Weaver, Tornatore e Scorsese    ||    Gutenberg salvato da Instagram    ||    Milano, durante gli scavi della M4 spunta il "mausoleo dell’imperatore"    ||    Sonia Bergamasco: "La nostra jam session per difendere la Casa internazionale delle donne"    ||    "Panda a Pandino", il raduno low cost    ||    Intelligenza artificiale, la Cina sarà superpotenza entro il 2030    ||    Cybersicurezza, la Nis entra in vigore nell'Ue. Ora Amazon e Google, se attaccate, dovranno comunicarlo    ||    Amazon Wardrobe, provi i vestiti e poi rispedisci quelli che non ti piacciono    ||    Le versioni fasulle Fortnite per Android mettono a rischio la privacy    ||    E la Volkswagen elettrica domina la Pikes Peak    ||    Mercedes-Amg C 43 4Matic, la Classe C va di fretta    ||    Tour in Lambretta, passione infinita    ||    Smart elettriche, che gara a Misano    ||    Per il ritorno de 'La casa di carta', non una ma due stagioni    ||    Elvis Presley, il jet all'asta è un rottame con gli interni di velluto fucsia    ||    Achille Lauro, tutto 'Pour l'amour': "Un album contraddittorio, a metà tra passato e futuro"    ||    Alla corte di Martin Scorsese, Garrone, Golino, Rohrwacher e Carpignano insieme sul palco    ||    Gianotti: "Dal 2021 acceleratore più potente al Cern"    ||    Legambiente, nel 2017 +8,5% reati ambientali nel Mediterraneo    ||    Cane-uomo, 19 gesti per capirsi: ecco il nuovo dizionario    ||    Greenpeace: "Microplastiche in un quarto di pesci e invertebrati"    ||    Dislessia: il metodo che cura il cervello    ||    Quella tazzina di caffè che migliora il lavoro di squadra    ||    In vacanza con l'aereo, ma 7 italiani su 10 hanno paura di volare    ||    L'alleanza di due vaccini per combattere la malaria    ||    50 Best Restaurants: Massimo Bottura e l'Osteria Francescana tornano sul tetto del mondo    ||    Chupa Chups, i 60 anni della (geniale) caramella sul bastoncino più famosa del mondo    ||    Gerusalemme, un mosaico di storia, cultura e tradizioni in perpetuo movimento    ||    Acqua, montagne, dimore antiche. Il fascino di Stresa    ||    

Ecco come un’azienda muore di Equitalia - La lettera di una imprenditrice










La chiamata è arrivata in mattinata, un fulmine a ciel sereno. «Equitalia ha pignorato tutti i conti della società. È arrivato adesso l’atto». Una cartella da 70mila euro, relativa allo scorso anno d’esercizio. E non è nemmeno la prima. Dal 2010, anno in cui è iniziata la vera e propria crisi con il conseguente dimezzamento del fatturato e revoca degli affidamenti bancari, ne sono arrivate altre. Tutte relative a Irap, Irpef, Iva e vari anticipi delle imposte mai versati. Perché mai versati? Non c’era margine. O si pagavano dipendenti e fornitori, o si pagavano le imposte. Non è che ci fosse molta scelta.

Dal 2010 a oggi la situazione è andata via via peggiorando. Contratti che saltavano per riduzioni di budget, clienti che chiudevano, banche che revocavano affidamenti da un giorno all’altro, costi che salivano esponenzialmente, clienti che pagavano anche oltre i 180 giorni. Un disastro. Già un paio d’anni anni fa avevo capito che non c’era più niente da fare. L’azienda non si poteva salvare in alcun modo. Mio padre, no. Lui non ha voluto arrendersi. L’azienda è la sua vita, la sua passione. Ha provato a svenarsi per poterla salvare. Chiaramente non c’è riuscito. Era una missione impossibile.

A fine 2012 arrivano le prime cartelle esattoriali. Cifre da capogiro, gonfie di interessi, aggi e sanzioni che andavano quasi a raddoppiare gli importi inizialmente dovuti. Contestualmente arrivano i primi pignoramenti presso alcuni clienti, mai notificati. Sono stati i clienti stessi ad avvertirci. Decidiamo quindi di avviare le procedure per la rateizzazione del debito. Inutile, vengono fuori importi pari all’incasso totale mensile dell’azienda.
Che facciamo? Un dipendente di Equitalia ci consiglia di lasciare attivo il pignoramento oltre i termini di legge, così da pagare comunque una parte del debito. E così facciamo. Peccato che con una rateizzazione in essere, scopriremo in seguito che tutti i pagamenti ricevuti da terzi non concorrono al saldo delle rate. E così la pratica decade. E loro nel frattempo hanno incassato quasi 50 mila euro.

Torniamo a parlare con alcuni dirigenti di Equitalia, chiedendo se alla luce delle nuove normative ci fosse la possibilità di rateizzare nuovamente la cifra, questa volta a 10 anni. Sì, si potrebbe fare. Basta portare il bilancio. Ci consigliano nuovamente di lasciare attivi i pignoramenti in atto per evitare nuove azioni di riscossione. Ci avvertono, però: adesso c’è il mini-condono e la situazione è un po’ più calma. C’è una sorta di pace armata. Ma appena scadrà, Equitalia tornerà a colpire. E difatti, così è: colpisce più forte di prima. E stavolta fa davvero male.

Nonostante le parecchie migliaia di euro incassate, nonostante la ricerca di un accordo per provare a saldare la cifra, oggi si è arrivati all’epilogo peggiore. Il blocco di tutti i conti. È finita. Kaput. Stavolta è finita per davvero. Hanno decretato la morte dell’azienda per via raccomandata. Una mossa non solo odiosa, ma terribilmente stupida. Pignorare tutti i conti. E come pensano che un’azienda possa continuare a lavorare per saldare il proprio debito? Come paga i dipendenti? E i fornitori? E l’affitto dell’ufficio? E le spese di luce e telefono? Che importa, quelli son fattacci tuoi.

Ripensando ora a tutte le mosse, col senno di poi dico: hanno fatto bene. Stupidi noi a credere alla buona fede di Equitalia e del Leviatano. Mai fidarsi del proprio aguzzino. Uno Stato vessatorio e prepotente che pensa possa essere sostenibile una pressione fiscale reale sulle PMI al 68.3% che rispetto vuoi che possa avere per il proprio contribuente? Cosa vuoi che gli importi se non riesci a pagare? Lui di quei soldi ha bisogno. Per pagare sprechi, tangenti, ricche prebende. Manco gli interessano per mantenere i servizi pubblici, a giudicare dallo stato di abbandono e inefficienza. È come un tossico che vuole la sua droga. E ne vuole sempre di più. È inarrestabile. E passerebbe sopra il cadavere di chiunque pur di ottenerla.

Non ha alcuna pietà. Non gli interessa nulla di te. Sei solo un numero. Sei solo un contribuente da vessare, e della peggior specie: sei uno sporco evasore. Sei un ladro. Sei un bastardo. Poco importa se hai dichiarato tutto, ma non avevi i mezzi per pagare, per poter mangiare e mandare avanti l’attività. Rimani un rifiuto della società. Per la massa sei un delinquente. E ti meriti la gogna, ti meriti la fame. Così impari a voler fare libera impresa in un Paese che la libera impresa la osteggia e la disprezza. È giusto così.

Condividi questo articolo!

fonte



Di Lino Ricchiuti | 24/05/2017


Commenti

Nessun commento inserito. Commenta per primo!

Per poter commentare l'articolo devi essere registrato
Nome utente:
Password:

Non ricordi la password? Clicca qui
Non sei registrato? REGISTRATI!

tesseramento

 

rinnova la tua adesione

 

Fai una donazione

 

- TROVA IL REFERENTE DI ZONA

 

 

Coordinatore Nazionale Gruppi Locali
Tel.: +39 370 3552 307

 

 

- AVVOCATI
Problemi legali? Chiedi agli esperti

- SERVIZI E CONSULENZA
trova il professionista che stavi cercando

- CERCO E TROVO LAVORO
offri e cerca nella nostra sezione lavoro

- PARTECIPA
Invia il tuo articolo

- ULTIMI COMMENTI INSERITI
michele Papa su Sondaggio "shock" sulle partite iva:
Con questi cambi di governo trovano sempre uno spunto in più per castigarci...

claudio Romagnoli su Sondaggio "shock" sulle partite iva:
Stiamo morendo lentamente, ogni giorno ci tolgono qualcosa ed aggiungono nuovi balzelli ed incombenze, ora basta !

Vito Umberto Vavalli su Ricchiuti (P.P.I.) "Serve lavoro? Andate in pellegrinaggio casa per casa":
Lle premesse illustrano chiaramente i problemi con cui combattiamo ogni giorno. L´invito ad iniziare un pellegrinaggio casa per casa è una efficace provocazione, che fa capire bene quanto in realtà la classe politica sia distante dalla gente, e in particolare dai piccoli imprenditori e dai lavoratori autonomi. Bell´intervento Presidente!

Paolo su Lettera di un piccolo imprenditore a un dipendente:
In effetti noto ogni giorno che i dipendenti in generale non immaginano nemmeno lontanamente come funzioninole cose da imprenditore, piccolo o grande che tu sia. Spesso i miei ex colleghi vengono a trovarmi in negozio, quando gli racconto quello che ti obbligano a pagare, servizi che paghi perchè obbligatori ma dei quali non usufruisci, truffe varie inventate da enti fantasma, ma che devi pagare per legge ecc. ecc, noto che si stupiscono di tutto ciò e ti chiedono come tiri avanti.

Adriano su Banca Turismo e Territorio:
FELICISSIMO, la cosa mi riempie di orgoglio in quanto il dott Vavalli l´ho portato personalmente nel movimento non appena ho capito che si trattava di un serio professionista e cosa che non guasta anche una persona splendida sotto il profilo umano.

italo Maremonti su Riprendiamoci la sovranità senza paura:
Ritengo che il Sig. Cipponeri abbia fatto un´analisi esaustiva della situazione economica del nostro paese

ADRIANO BARTOLOMEO su Riprendiamoci la sovranità senza paura:
Questo Paese non ha bisogno di politici idioti ma di imprenditori veri in grado di rilanciare l´economia "REALE"

Giuseppe Cipponeri su Appello, la rappresentanza della categoria :
Andrea, inizia a far conoscere il nostro Partito e soprattutto il nostro ideale Politico con i nostri punti del programma, fai in modo che si tesserenano anche gli altri, i numeri fanno la nostra forza, allora vedrai che le cose cambieranno, prima lo facciamo e prima riusciamo a cambiare le cose. Ti auguro buona domenica e ricorda, tutti i cittadini che stanno sulla nostra stessa barca hanno bisogno anche della tua forza.

Giuseppe Cipponeri su Appello, la rappresentanza della categoria :
Andrea, come tutte le categorie di lavoratori o piccoli imprenditori, anche la vostra categoria risente l´azione di devastazionedell´economia che il governo ha messo in atto, in accordo con la BCE e UE per smantellare lo Stato che ormai non siamo più Stato ma regione dell´Europa dopo la cessione della nostra Sovranità Monetaria, così ci annullano qui pochi diritti che ci erano rimasti. Noi dobbiamo unirci con tutte le forze esistenti in noi e tu come agente di comm. ne hai da vendere.

Andreacheniere su Appello, la rappresentanza della categoria :
Da oltre quaranta anni svolgo attività di agente di commercio. Debbo, purtroppo rilevare la totale mancanza di tutela della categoria. Penso che siamo importanti nella filiera commerciale! Intanto sarebbe opportuno obbligare le Aziende a versare le indennità in ENASARCO, in modo che al momento della pensione o licenziamento da parte della Azienda li troviamo. Oggi intera categoria mal tutelata.

 

POPOLO PARTITE IVA

Email: info@popolopartiteiva.com